logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


DROGA E ALCOL: E’ BOOM TRA I GIOVANISSIMI

A dirlo un inchiesta dell’Espad. Le riflessioni della nostra associazione

E’ notevolmente allarmante la notizia che giunge dall’Espad, il progetto d’indagini scolastiche su alcool e droga che riguarda gli studenti europei. Stando ai risultati di questa ricerca, infatti, il 10 per cento dei sedicenni italiani fa uso di sedativi e tranquillanti senza prescrizione medica e la percentuale femminile è doppia rispetto a quella maschile. Sono soprattutto le ragazzine ad essere vittime di questo tipo di problematica. Per quanto riguarda il nostro Paese l’indagine è stata svolta dal Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa su un campione di circa 10 mila studenti, rilevando che la tendenza è decisamente in aumento e sta raggiungendo il picco dell’11 per cento, già raggiunto negli anni Novanta. Il 4 per cento dei ragazzi italiani, inoltre, confessa che molto spesso utilizza alcol per ingerire questi farmaci e aumentare una fittizia sensazione di “sballo”o presunto benessere. Nulla di più incosciente e letale per i nostri giovani che, ignari forse dei mortali risvolti di queste abitudini, portano alle estreme conseguenze dei comportamenti già sbagliati in partenza. Relativamente al consumo d’alcol, invece, il paese segna un aumento delle “giovani consumatrici” più che dei consumatori in genere: si è passati dal 35 per cento, nel 1995, al 42 per cento di oggi. Giovani donne che bevono e si drogano, come e più dei coetanei di sesso maschile: molto spesso lo si fa tutti insieme, per fare gruppo, identificarsi in un’identità collettiva o semplicemente per disinibirsi. Relativamente al consumo specifico di sostanze illecite e stupefacenti, il nostro Paese si classifica al tredicesimo posto, con il 25 per cento di giovani che confessano di averne fatto uso. La droga maggiormente utilizzata è la cannabis, ma il 7 per cento dichiara di aver fatto uso anche d’ecstasy, cocaina e anfetamine. Il quadro della situazione non è certamente rassicurante e implica una riflessione delle famiglie, della scuola e di tutte le istituzioni: siamo di fronte, senza alcun dubbio, a una vera e propria emergenza sociale, che è spia di un malessere da non sottovalutare e da affrontare con le giuste modalità. La nostra associazione ha sempre posto i giovani e le difficoltà psicologiche che incontrano durante la loro crescita tra le priorità da seguire, richiamando l’attenzione sul ruolo fondamentale che ricoprono la famiglia, in primo luogo, ma anche il mondo della scuola, quello dello sport e quello del volontariato. Tante, purtroppo, sono le deviazioni che i nostri ragazzi trovano sul proprio cammino, spesso senza una giusta guida in grado di aiutarli. Per questo arrivano conseguenze di cui, il più delle volte, i genitori sono all’oscuro. Recuperiamo in primo luogo il dialogo con i nostri figli, dedichiamoci con più attenzione alle richieste che ci rivolgono: certi comportamenti, a volte, sono vere e proprie richieste d’aiuto. Riflettiamo su questo. Anche il mondo della scuola, dello sport e del volontariato devono fare la loro parte: un sacerdote, un parroco, il presidente di un associazione possono diventare preziose figure di riferimento per giovani menti in cerca di ideali. Serve uno sforzo collettivo, una sinergia, un insieme di idee: i nostri ragazzi rappresentano il mondo di domani, perciò vanno aiutati a crescere in modo sereno ed equilibrato.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467