logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


SICUREZZA: LA CITTA' DI LUCCA VARA UN PROGRAMMA PER RAFFORZARE LA SICUREZZA URBANA
del Senatore Mauro Favilla
Sindaco di Lucca
Lucca è una città che vanta un’ottima qualità della vita, indicata dalla stampa internazionale come la terza città al mondo dove è bello vivere (The Forbes) e in cui è necessario andare se si visita l’Italia (The Independent) l’Amministrazione Comunale ha ritenuto necessario “investire” in modo concreto per la difesa della sicurezza urbana.
“Il primo impegno è stato quello di ripristinare il sistema delle 16 telecamere che riprendono costantemente molti angoli e piazze della città. Dopo la sua realizzazione avevamo dovuto spegnerlo. Prima di tutto si è dovuto approvare in consiglio comunale un nuovo regolamento d’uso in linea con le nuove normative nazionali di rispetto sulla privacy, poi abbiamo revisionato completamente il sistema e provveduto alla sostituzione di alcuni parti ammalorate. Intanto in questo periodo è stato effettuata una speciale manutenzione e un ammodernamento del software che permetterà di utilizzarle al massimo per la sicurezza dei cittadini e nella prevenzione di atti di vandalismo. Le immagini, come previsto dalla legge saranno conservate solo per alcuni giorni e saranno a disposizione delle forze dell’ordine in caso di denuncia di qualche reato. Più avanti stiamo progettando un sistema integrato direttamente con la Questura”.
Al Contempo l’amministrazione lucchese ha varato uno speciale programma d’azione sulla sicurezza, predisposto da uno specifico gruppo di lavoro in materia con consiglieri del sindaco che vantano tantissimi anni di esperienza, compreso Claudio Arpaia, ex Capo della Squadra Mobile della Questura locale.
Il programma per la Sicurezza Urbana si ispira principalmente al tema della "sicurezza partecipata". Si fonda suI presupposto della compartecipazione e del raccordo fra le istituzioni preposte alla tutela dell' ordine e della sicurezza pubblica e I'ente territoriale rappresentato dal Comune nel rispetto dei diversi ambiti di competenza.
La scelta innovativa si estrinseca dunque in una serie di iniziative immediatamente tangibili e attive che vedono il coinvolgimento e l'ausilio delle associazioni di volontariato e della Protezione Civile, nonché I'apporto delle associazioni di appartenenti alle Forze dell' Ordine “a riposo”.
Ecco alcuni punti salienti:

MONITORAGGIO E CONTROLLO L'opera di monitoraggio servirà a meglio conoscere fenomeni di rischio, di degrado e di devianza in zone cittadine finalizzando il tutto all' adozione di interventi mirati per la messa in sicurezza di aree pubbliche ove maggiormente si evidenziano fattori di rischio. In questo ambito devono rientrare periodici interventi coordinati tra le diverse forze per il ripristino della legalità, contro per esempio il fenomeno della vendita abusiva.

CITTADINANZA Contatto con comitati ed associazioni che costituiscono forme di aggregazione spontanea di gruppi portatori di interessi comuni oltre che con associazioni rappresentative e di categoria al fine della conoscenza di problematiche emergenti.

VIDEOSORVEGLIANZA Potenziamento della video sorveglianza per prevenire il crimine (e anche reprimerlo, nel rispetto della normativa sulla privacy.

MISURE Dl SOSTEGNO CONTRO IL DISAGIO SOCIALE E L'INTEGRAZIONE
Proseguire nell'attività già intrapresa relativa ai campi nomadi, provvedendo alla sistemazione delle relative aree, alla loro messa in sicurezza ed all’emanazione di un regolamento che autorizzi la sosta e l'uso dei luoghi.
Favorire i progetti tesi all'inserimento ed al sostegno educativo proseguendo particolarmente con il progetto di scolarizzazione e mediazione culturale.
COMMENTA L'ARTICOLO
Nome e cognome
Indirizzo e-mail
Commento
 
     
COMMENTI
- - -
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467