logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


“CACCIA ALLO SBIRRO”: RISPETTO PER IL RUOLO DI CHI SERVE LO STATO CON PASSIONE E DEDIZIONE

Fermati 4 attivisti: la soddisfazione di Occidens
Alla fine i poliziotti della Digos e della Postale hanno bussato alle loro porte, con in mano il decreto di perquisizione firmato dal magistrato bolognese che coordina l’inchiesta sul blog “Caccia allo sbirro”, in rete dallo scorso febbraio e ora oscurato, dove erano state pubblicate diverse foto di poliziotti (in servizio a Bologna, Milano, Bergamo e Napoli) invitando gli utenti a divulgare i dati di quelli che gli autori del gesto definivano i “servi della borghesia”. A essere perquisiti sono stati quattro attivisti legati all’area dei Carc (Comitati di appoggio alla resistenza per il comunismo), due uomini e una donna residenti a Milano (ma originari di Latina e Siracusa) e un giovane napoletano residente nella città partenopea. Nelle loro abitazioni i poliziotti della Digos di Bologna e i colleghi di Milano, Napoli e Latina hanno sequestrato diverso materiale anche informatico, foto e un video. Le accuse per i quattro attivisti sono quelle di istigazione a delinquere, calunnia e violazione della privacy, in concorso. Una riprova, questa, secondo la nostra associazione, del clima avvelenato che si respira nel nostro Paese, dove le istituzioni e i suoi rappresentanti vengono messi sotto tiro mentre cercano di svolgere il loro lavoro. Un lavoro difficile, spesso nascosto e lontano dalla luci della ribalta, ma preziosissimo per garantire ordine e legalità in un’Italia attraversata da mille problemi. Inutile ricordare quanto, nello svolgimento di un’indagine, sia fondamentale l’anonimato di un poliziotto, e come il render pubblico il suo volto rappresenti un pericolo per sé stesso e il successo di un’inchiesta. L’associazione Occidens coglie l’occasione per esprimere la sua vicinanza a tutti quegli esponenti delle forze dell’ordine che, a volte con uno stipendio appena sufficiente a garantire il sostentamento delle rispettive famiglie, veglia e sorveglia con passione e dedizione sulla tutela e la sicurezza dei cittadini, costretta a fare i conti, ogni giorno di più, con una delinquenza dilagante che, dalle grandi metropoli, si sta espandendo sempre più anche ai piccoli centri di provincia e a zone esterne che parevano essere zone franche inviolabili.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467