logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


DILAGA ALLA TV DEI RAGAZZI DI HAMAS IL PUPAZZO CHE PARLA DI MARTIRIO: “E’ CIO’ CHE NOI DESIDERIAMO”

Nuovo video choc tratto da una trasmissione presentata da una bambina e da un pupazzo

di Roberto Baldini
(articolo tratto da "QN" - 27 Febbraio 2008)
L’”anchor” è una ragazzina di nome Saraas, che dialoga con un coniglio di nome Assud. Parlano, rivolgendosi a un pubblico di bambini, di uccidere gli occidentali, anzi i “criminali” danesi che hanno offeso Maometto con le loro vignette satiriche. E parlano del desiderio di diventare “martiri”. Un altro video choc, protagonisti altri bambini. E l’emittente è sempre la stessa: la tv di Hamas.
Il “Middle East Media Research Institute” (www.memri.org) ha diffuso la clip tratta dalla “tv dei ragazzi” di Gaza. “I pionieri del domani” si intitola il programma. Ecco alcuni spezzoni del dialogo.

Assud, il coniglio: “Non permetteranno agli occidentali di farlo di nuovo. Se lo faranno di nuovo li uccideremo, giusto?”.
Saraas:”Con la volontà di Dio”.
Assud:”Io li morderò e li mangerò”.

E ancora:

Assud:”Con la volontà di Dio, se sarò martire, una tigre prenderà il mio posto ... Saraas, se anche tu diventerai martire chi guiderà questo show in tv? Ci saranno centomila Saraas che prenderanno il tuo posto?”
Saraas:”Con la volontà di Dio”.
Assud:”Il martirio in nome di Allah, è quello che noi desideriamo, giusto?”
Saraas:” Giusto, Assud”.

La pace in Palestina, è ancora lontana.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
05-04-2008 • PAOLA NUTI - ANGELA MARIA SCOTTO ROSATO
L'educazione e lo sviluppo dei ragazzi devono essere liberi da ogni forma di oppressione e di odio. Rabbrividiamo all'idea che hanno i ragazzi di Hamas su di noi occidentali: è puro lavaggio del cervello. Noi proponiamo la tolleranza, loro l'odio. Bisogna affrontare seriamente questo tema tutti insieme, trovare un modo per fare barriera a tale perversione dilagante, se crediamo nella possibilità di preparare per i nostri figli o nipoti un mondo in cui, concretamente, l'amore e il valore della vita e della collettività annientino l'ideologia della violenza e della morte. Concludiamo il nostro breve commento con una poesia di Paola:
Pace
Pace per il volto di una madre
sconvolto dal dolore.
Pace per gli uomini in catene
per le bandiere strappate e derise
per i finti eroi
per i vigliacchi, i prepotenti.

Pace, mio Dio, per i popoli.

La pace odora di pane, di
prati fioriti, odora di buono.
A voi, ragazzi del mondo,
affiderei una soffice coperta
perché, come cielo stellato
o mare immenso, avvolga gli
uomini di buona volontà
al fine di poter tutti dire:
Ecco la Pace, luce, arco del
cielo, che nessun vento ci separi
da lei.
Nel suo nome gli uomini
si affratellino per amore.

Non importa se per averla
abbiamo invocato Gesù, Allah, Buddha
o Zarathustra!
Abbiamo cercato Dio.
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467