logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


DILAGA ANCHE A TORRE DEL LAGO (LU) LA PAURA CONTRO GLI ACCAMPAMENTI NOMADI

Furti in aumento. E la preoccupazione della gente sale

E’ una protesta senza fine. Che di giorno in giorno diventa sempre più pressante e avvolgente. La nostra associazione se ne sta facendo portavoce da mesi, raccogliendo le istanze provenienti da svariate parti d’Italia. L’ultima richiesta d’aiuto in ordine di tempo arriva da Torre del Lago, zona di confine fra il comune di Viareggio e quello di Vecchiano, a cavallo tra le province di Lucca e Pisa, in pieno parco naturale di Migliarino, Massaciuccoli e San Rossore, dove la presenza di un accampamento di giovani rumeni sta creando allarme in tutta la zona a monte della via Aurelia, in particolar modo nelle case che si trovano non distanti da quel nuovo villaggio. “Negli ultimi giorni - confermano alcuni abitanti - sono cominciati piccoli furti: non abbiamo la certezza che gli autori facciano parte di quel gruppo di persone, ma sta di fatto che gli episodi di microcriminalità sono cominciati proprio in coincidenza con il loro ritorno in zona”. Insomma, uno dietro l’altro aumentano i problemi e lievita la rabbia della popolazione, che si sente insicura di fronte alla presenza, non autorizzata, di nomadi. Gli abitanti, dopo avere fatto denunce pubbliche, adesso stanno preparando anche un raccolta di firme da inviare a tutti i candidati a sindaco per il comune di Viareggio. “Chiediamo semplicemente un po’ più di sicurezza - concludono i primi firmatari dell’appello -: trovarsi qualcuno nel giardino o di fronte alla porta di casa che, non appena scoperto, fugge, non è un bel biglietto da visita per la nostra tranquillità”.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
31-7-2008 • FEDERICO BONIONI
E' incredibile come queste persone venissero fuori come formiche.....il 1°giugno con mio cognato mi sono recato in via Cimarosa a finco al camping del lago nella nuova collocazione per pescare ( è da 30 anni che frequento Torre del Lago x la pesca, quindi la conosco bene)....erano 5 del mattino e verso le 7 ho visto spuntare alle mie spalle una decina di bambini proprio dove si trova il depuratore a fiano del camping. A un certo punto questo affollamento di gente non s attenuava fino a tal punto che siamo venuti via. Oltre ai bambini, c'erano anche i genitori che andavano a pescarte nel lago...io ho la licenza di pesca e loro sicuramente no!!!! Allora io pago e loro no????? Ci drovebberero essere dei controlli più severi anche da parte delle forze dell'ordine.....fermano me, mi chiedono documenti ecc... dove vado a pescare nei canali dispersi in mezzo alla campagna e loro....non li controllano....hanno paura....è più facile perquisire un cittadino onesto....vero??? Poi per non parlare della spazzatura.....buttano tutto dentro al lago......ricordiamoci che è parco naturale !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467