logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


OFFESE ALLA MADONNA, ARCHIVIATO IL CASO
Sconcertante tesi del Gip di Bologna: “La Madre di Dio non è una divinità, quindi non c’è bestemmia”. L’indignazione del nostro presidente Alessandro Gabriele
Adesso è ufficiale: offendere la Madre di Dio non è un reato. Lo afferma il Gip di Bologna, il quale ha archiviato il procedimento contro l’associazione che aveva organizzato la mostra “La Madonna piange sperma”. Per il Gip, infatti, la Madonna non è una divinità e dunque non c’è stata bestemmia. La vicenda, di cui già ci eravamo occupati tempo addietro, ha inizio lo scorso mese di giugno, quando un esponente di Forza Italia presenta denuncia contro la mostra stessa, organizzata nella città felsinea dall’associazione gay “Carni sciolte”: polemiche a non finire, come facilmente immaginabile, e l’evento salta. Partono le indagini, ma la Procura chiede l’archiviazione del caso “perché – spiega - il vilipendio al sentimento religioso non è configurabile, dovendo l’offesa rivolgersi ai ministri di culto o agli oggetti sacri”. La parola passa poi al Gip che, è storia di questi giorni, conferma la tesi della Procura. “Un atto gravissimo – commenta il presidente della nostra associazione, Alessandro Gabriele -: non c’è dubbio che la figura di Maria rappresenti il massimo oggetto di culto, non solo per i cattolici, ma anche e persino per i musulmani. A preoccupare maggiormente, però, è questa escalation sempre più incontrollata di fatti e avvenimenti che minimizzano, rifiutano e offendono le nostre radici cristiane. Una perdita di simboli e identità che si riflette sui nostri ragazzi e non solo loro, in difficoltà sempre maggiori proprio perché privati di validi punti di riferimento. Guardandoci attorno vediamo un Paese allo sfascio morale, dove gruppi di persone si ritrovano in branco per guerreggiare contro la polizia. Un disagio che non possiamo più ignorare, e che nasce soprattutto da questa assenza di valori morali e capisaldi civili e religiosi”.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467