logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


Un libro da leggere e da regalare


Pierluigi Barrotta, Sebastiano Bavetta

IL LIBERALISMO NELL'ETA' DEI CONFLITTI

Liberilibri Editore

Il mondo occidentale è percorso da due grandi generi di conflitto: il primo riguarda la sfera dei valori, il secondo quella degli interessi.
Si tratta di conflitti che il liberalismo ha difficoltà ad affrontare, nonostante esso veda nella competizione di idee e nella concorrenza di interessi le forze motrici del progresso. Oggi, infatti, queste aspre tensioni coinvolgono le stesse regole della democrazia liberale. Ne sono sovente drammatico esempio le società multiculturali, la ricerca scientifica e i processi di globalizzazione.

Gli Autori, introducendo una sfera della politica non necessariamente statuale, disegnano una forma di liberalismo conservatore che a una società nutrita di un saldo spirito civico affianca uno Stato il cui compito, oltre alla difesa dei diritti di proprietà, è garantire ai cittadini la possibilità di risolvere con maggiore autonomia i conflitti.



Pierluigi Barrotta, Sebastiano Bavetta

Pierluigi Barrotta (Mendrisio 1958) è professore straordinario di Filosofia della scienza presso l'Università di Pisa. Le sue ricerche riguardano la filosofia dell'economia e la teoria dell'argomentazione. Al momento sta svolgendo uno studio sull'epistemologia dell'ecologia e delle scienze ambientali. Tra le sue più recenti pubblicazioni, segnaliamo Controversies and Subjectivity (2005), di cui è curatore insieme a Marcelo Dascal.

Sebastiano Bavetta (Palermo 1964) è professore ordinario di Economia politica presso l'Università di Palermo e Research Associate presso la London School of Economics. I suoi studi vertono sulla definizione, misurazione e conseguenze economiche della libertà, nonché sull'elaborazione di una misura empirica dell'autonomia e sulle possibili utilizzazioni e implicazioni di questo "valore" nel disegno di società sussidiarie.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467