logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


BIBBIA E CROCEFISSO? NON DA NOI
La compagnia aerea Saudi Arabian Airlines proibisce a bordo i simboli religiosi non islamici
Vogliono i turisti. Tanti, tantissimi, e possibilmente spendaccioni. Ma il crocefisso e la Bibbia, quelli proprio no. Che se ne stiano a casa loro. Non stiamo parlando dell’Inferno, ma solo dell’Arabia Saudita. O meglio ancora, dell’intollerante Arabia Saudita. Non ci credete? Andate a leggervi il sito della compagnia aerea Saudi Arabian Airlines, dove è scritto in modo chiaro che, in base alle regole locali, alcuni oggetti non possono esser portati all’interno del regno per ragioni religiose. Satira contro l’islamismo o quant’altro? Niente di tutto ciò: in Arabia non vogliono, semplicemente, che si parli di altre religioni e dei loro simboli. E quindi niente crocefissi, bibbie, vangeli e via discorrendo. “Gli oggetti e gli articoli appartenenti a religioni diverse dall’Islam sono proibiti”, si legge nell’avviso a chi vuol volare con la Saudi. E guai a non trasgredire, magari nascondere qualcosa: si rischiano guai seri. A dirlo sono i funzionari dei consolati. Nel 2006 quattro cristiani eritrei ed etiopici ebbero la sciagurata idea di pregare tra le mura di casa: scoperti, furono arrestati. E andrebbe ancora peggio a un fedele saudita, qualora tentasse una conversione al cristianesimo: per lui la legge wahabita prevede la condanna a morte.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
09-12-2009 • FRANCO MASINI
"...sono sempre stato attento a non offendere o anche solo prevaricare sia i costumi che le usanze altrui per non parlare poi della religione che é cosa importantissima in un popolo che si dice civile. Ecco questo é esattamente il punto : "Si dice civile", ma se si comporta come quello indicato nella lettera (Arabia saudita) ebbene di civile ha ben poco. Che si aspetta a dirlo a chiare lettere sui giornali del Mondo? Si aspetta passivamente che tali atteggiamenti discriminatori conducano alla morte di qualcuno? E poi perché si dovrebbe impedire ad altri di esercitare il proprio Credo se poi lo si pretende libero negli altri paesi (vedi Musulmani in Italia). Non basta l'esempio? se non basta si scrive a chiare lettere sui giornali, condannado tali atteggiamenti così poco "Civili".
09-12-2009 • FRANCO MASINI
"...se é vero quanto asserito nell'articolo che segnala paesi come l'Arabia saudita che vogliono chiudersi entro i loro confini religiosi, facciano pure, li cancellerò dal mio elenco di paesi da visitare, anzi, andrò in Israele, patria di tutte le religioni monoteiste e luogo santo sia per noi Cristiani che per l'Islam.
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467