logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


LEGGE REGIONALE SUGLI IMMIGRATI, LA POSIZIONE DI OCCIDENS
No a misure che possano in qualche modo favorire l’afflusso di clandestini
La Regione Toscana ha varato la “sua” legge su immigrazione e sicurezza: 37 articoli che fissano le regole dell’accoglienza, inclusi doveri e diritti dell’immigrato, regolare e clandestino. Il che significa che in questa regione “regolare” e “irregolare” sono la stessa cosa a fronte dei servizi che l’ente offre e predispone. Così, se agli stranieri è riconosciuto il pieno accesso ai servizi sociali, pure ai clandestini si garantisce per legge la possibilità di usufruire di mense e dormitori pubblici, oltre alle prestazioni mediche pur non essendo iscritti al servizio sanitario nazionale. Quanto ai servizi sanitari, la legge garantisce pieno accesso alle prestazioni mediche per gli extracomunitari irregolari. In particolare la tessera Stp (Straniero temporaneamente presente, già in vigore a livello nazionale) permette allo straniero senza permesso di soggiorno di essere curato in ospedale o in ambulatorio. La tessera va richiesta all’azienda sanitaria locale e consente di usufruire gratis di alcuni servizi, mentre per altri è previsto il pagamento del ticket. Non solo: il clandestino che si rivolge al medico o in ospedale non verrà segnalato alle autorità competenti per il suo “status”. Infine, l’assistenza sanitaria è garantita ai bambini o in caso di infortunio, malattie gravi, patologie infettive e gravidanza. Fin qui la legge, ma il punto non è tanto l’assistenza sanitaria quanto l’equiparazione tra chi ha scelto l’Italia, rispetta la sue leggi, vive nella legalità e chi no. Un discrimine che di fatto annulla il concetto di assunzione di responsabilità verso se stessi e nei confronti della comunità che accoglie. Su questo punto il Pdl sta dando battaglia da mesi, con raccolta di firme per dar vita a un referendum abrogativo del testo, sostenuto dai vertici nazionali del partito stesso. La nostra associazione, in linea di continuità con quanto espresso in questi anni, ribadisce la propria ferma contrarietà ad azioni che possano favorire un aumento di soggetti potenzialmente pericolosi per il nostro territorio, in un momento in cui, al contrario, la maggior parte dei cittadini chiede maggiore sostegno da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine e, soprattutto, certezza della pena per chi infrange la legge. Ecco perché Occidens esprime la sua preoccupazione per misure che possano in qualche modo favorire l’accesso di cittadini clandestini e, dunque, “invisibili” agli occhi della legge stessa.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467