logo Associazione Culturale Occidens
 

Iscrizione newsletter
 
 
 





logo Il Domenicale

logo Corrispondenza Romana

logo rivista Tempi

logo Meeting Rimini

logo Fondazione Liberal

logo Portale delle Libertà


PRATO, IDENTITA’ PERDUTA
Nessun freno al mercato cinese, e gli italiani se ne vanno
Tra le città in evidente crisi di identità, uno dei casi che più fa discutere è quello di Prato, industrioso centro della Toscana collocato a non molti chilometri da Firenze. “La piccola Chinatown”: questo è uno dei soprannomi più frequenti che vengono utilizzati per parlare di questa località. Neanche tanto piccola, a dire il vero: si calcola, infatti, che qua risiedano decine di migliaia di cittadini provenienti dal Paese della Grande Muraglia. Il problema di fondo, però, è che queste persone, anziché integrarsi con gli abitanti del posto, poco a poco si stanno sostituendo a loro. In molti hanno sbandierato, negli ultimi anni, il mercato cinese come una grande opportunità di sviluppo. La realtà dei fatti, però, ci dice che a Prato, o in altri luoghi basati sul manifatturiero, adesso si contano i danni, enormi, sul piano economico. La maggioranza delle aziende tessili e calzaturiere ha chiuso infatti i battenti, vedendosi costretta a licenziare migliaia di dipendenti. Parlare di dazi sembrava qualcosa di obsoleto e antistorico, eppure… Ora la città è costretta a fare i conti con un mercato gestito senza equilibrio e buon senso, che sta producendo, ogni giorno sempre di più, la perdita della nostra identità e delle nostre radici. Basta camminare per strada e osservare le vetrine dei negozi, oppure i passanti che camminano: gli italiani stanno diventando minoranza, è un dato oggettivo, lampante. Non sta certo a noi dire di chi sia la responsabilità di ciò, ma, in tutta sincerità, ci piacerebbe tanto saperlo.
 
Segnala ad un amico
COMMENTI
- - -
 
 
 
pulsante L'Occidente
Noi siamo impegnati a riaffermare il valore della civiltà occidentale come fonte di princìpi universali e irrinunciabili, contrastando, in nome di una comune tradizione storica e culturale, ogni tentativo di costruire un'Europa alternativa o contrapposta agli Stati Uniti.
pulsante l'Europa
Siamo impegnati a rifondare un nuovo europeismo che ritrovi nell'ispirazione dei padri fondatori dell'unità europea la sua vera identità e la forza di parlare al cuore dei suoi cittadini.
pulsante La famiglia
Siamo impegnati ad affermare il valore della famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio, da tenere protetta e distinta da qualsiasi altra forma di unione o legame.
pulsante L'integrazione
Siamo impegnati a promuovere l'integrazione degli immigrati in nome della condivisione dei valori e dei princìpi della nostra Costituzione, senza più accettare che il diritto delle comunità prevalga su quello degli individui che le compongono.
pulsante La vita
Siamo impegnati a sostenere il diritto alla vita, dal concepimento alla morte naturale, a considerare il nascituro come "qualcuno", titolare di diritti che devono essere bilanciati con altri, e mai come "qualcosa" facilmente sacrificabile per fini diversi.
pulsante La libertà
Siamo impegnati a diffondere la libertà e la democrazia quali valori universali validi ovunque, tanto in Occidente quanto in Oriente, a Nord come a Sud. Non è al prezzo della schiavitù di molti che possono vivere i privilegi di pochi.
pulsante La religione
Siamo impegnati a riconfermare la distinzione fra Stato e Chiesa, senza cedere al tentativo laicista di relegare la dimensione religiosa solamente nella sfera del privato.

pulsante La sicurezza
Siamo impegnati a fronteggiare ovunque il terrorismo, considerandolo come un crimine contro l'umanità, a privarlo di ogni giustificazione o sostegno, a isolare tutte le organizzazioni che attentano alla vita dei civili, a contrastare ogni predicatore di odio. Siamo impegnati a fornire pieno sostegno ai soldati e alle forze dell'ordine che tutelano la nostra sicurezza, sul fronte interno così come all'estero.



 

OCCIDENS - periodico di cultura, politica, società - Reg. Tribunale di Lucca n° 902 del 26/08/2009 - Direttore Responsabile: Mauro Giovanni Celli

OCCIDENTE
| EUROPA | FAMIGLIA | INTEGRAZIONE | VITA | LIBERTA' | RELIGIONE | SICUREZZA
Associazione | Statuto | Come associarsi | Rassegna stampa | Contatti | Attività | Registrati al sito | Si sono già registrati | Forum | Incontri | Iniziative editoriali | Links | Video

ASSOCIAZIONE CULTURALE OCCIDENS - Cod. Fisc. 92040390467